Al Museo della Ceramica di Mondovì la mostra sulla “Richard-Ginori”

museo ceramica mondovì Richard-Ginori

Al Museo della Ceramica di Mondovì la mostra sulla “Richard-Ginori” di Carassone: "Mirabile industria", aperta dal 21 maggio

Le sue architetture, imponenti, sono ancora lì, a Carassone: è la “Richard-Ginori”, che nel primo Novecento divenne la più grande fabbrica della ceramica monregalese. “Mirabile industria”: ed è questo il titolo con cui il Museo della Ceramica di Mondovì celebra l’epopea dello stabilimento carassonese, con una mostra che si aprirà il 21 maggio. La mostra è curata da Christiana Fissore e da Oliva Rucellai, storica della ceramica italiana.

Era il 1896 quando i Musso, una delle famiglie che lanciarono l’industria della ceramica a Mondovì, cedettero la loro seconda fabbrica, quella del Follone, alla “Società Ceramica Richard-Ginori”. Era la fabbrica a valle del rione storico di Carassone, che produceva principalmente vasellame da cucina. Un sito costruito da poco, modernissimo per l’epoca. Il più grande di tutto il distretto delle ceramiche monregalesi: nel 1903 dava lavoro ad oltre 300 operai, nel 1907 addirittura a 500. Superata la crisi del primo dopoguerra, a partire dal 1923 la fabbrica ebbe una fase di grande espansione sia sul mercato delle ceramiche da tavola che in quelle artistiche, sotto la direzione di Giò Ponti. Avvenne così che i pezzi della “Richard-Ginori” di Mondovì raggiunsero le grandi esposizioni internazionali: la Triennale di Milano, la Prima Biennale di Arte Decorativa di Monza, all’Esposizione Internazionale di Parigi del 1925 e del 1937, ed in varie altre manifestazioni in Europa e nelle Americhe. Cessò la sua attività nel 1973.

museo ceramica mondovì Richard-Ginori

La mostra “Mirabile industria” ripercorre tutta la vita della fabbrica, dal 1896 al 1972. La curatrice, al fianco della direttrice del Museo, Christiana Fissore, è la dottoressa Oliva Rucellai: laureata in Lettere moderne all’Università di Pavia, si specializza in Storia della ceramica italiana a Milano studiando con Raffaella Ausenda e Luca Melegati, prima di proseguire gli studi di Storia dell’arte a Firenze e di perfezionare la propria formazione in Inghilterra con esperienze di tirocinio presso la Casa d’aste Christie’s di Londra, l’Ashmolean Museum di Oxford e il Victoria & Albert Museum di Londra. Nel 2002 assume l’incarico di curatrice del Museo Richard-Ginori.

museo ceramica mondovì Richard Ginori

La mostra (al Museo della ceramica) è visitabile, a ingresso contingentato, indossando la mascherina. È necessario prenotarsi al numero 0174 330358 o via mail all’indirizzo iatmondovi@cuneoholiday.com (Ufficio Turistico di Mondovì: mercoledì - sabato 10 - 13 /15 – 18, domenica 10 – 18). Le nuove disposizioni governative rendono obbligatoria la prenotazione nel weekend per accedere sia a museo permanente, che alle mostre. Il costo del biglietto per la mostra “Mirabile Industria. La società ceramica Richard-Ginori dal 1896 al 1972” è di 6 euro.


VUOI ESSERE SEMPRE INFORMATO?
Sì, voglio le news gratis in tempo reale - ISCRIVITI AL CANALE TELEGRAM - CLICCA QUI