Colori e sapori di Primavera: a Ceva arriva “La Prima”

Torna uno degli appuntamenti più attesi che celebra la stagione dei fiori: mostra-mercato con prodotti tipici, concorsi, eventi gastronomici, visite guidate al centro e al giardino botanico

Torna a Ceva la manifestazione “La Prima - Colori e sapori di Primavera”, in programma il prossimo fine-settimana. Un evento che torna alla grande con un mercato regionale di prodotti tipici, vivaismo e gastronomia locale. La manifestazione inaugurerà ufficialmente gli eventi all’aperto organizzati dal Comune di Ceva.
Domenica 22 maggio, dalle 8,30 alle 19, è dunque in programma la “Mostra-mercato regionale”: la città sarà “invasa” da un centinaio di bancarelle divise in aree tematiche nelle piazze e nelle vie cittadine. Fiori e vivaismo, erbe officinali, spezie, funghi, formaggi, insaccati, distillati e prodotti legati alla Primavera saranno i protagonisti. Presenti anche stand istituzionali: la Scuola forestale di Ormea facente parte dell’Istituto comprensivo di Ceva e il Cfp di Ceva che offriranno uno spaccato della ricca scelta formativa del territorio legata all’agroalimentare. La Scuola di Ormea con la produzione dei tradizionali prodotti legati alla lavorazione del legno, al vino e al bosco. Il Cfp con i corsi di cucina seguiti dallo chef Paolo Pavarino. Quest’anno sarà anche giudice autorevole del concorso “La Frittata più buona - Talenti in cucina”, in cui gli alunni della Scuola elementare cebana, coadiuvati da genitori o parenti, si cimenteranno nel cucinare una frittata alle erbe.
L’Associazione “Ceva nella Storia” si occuperà delle visite guidate alla città, oltre all’organizzazione dei due concorsi: “Cevagrafando” e “La Prima in vetrina”. Inoltre il Gruppo Micologico Cebano, con la consueta competenza, sarà presente con il proprio stand nei pressi del Municipio e si occuperà delle visite al “Giardino botanico” e agli orti didattici nel costituendo “Museo del fungo” presso l’ex-Convento dei Cappuccini.
Gli assessori Lorenzo Alliani e Isabella Avoledo: «Ceva vuole offrire una vetrina al comparto agroalimentare della zona perché l’Amministrazione crede molto nelle potenzialità di questo settore per creare occupazione. Pertanto, la sera del sabato nelle piazze centrali sarà allestita “La Prima a cena” con l’apertura del padiglione gastronomico in cui ci saranno specialità piemontesi assolutamente del territorio, il tutto accompagnato da musica dal vivo. Quest’anno il simbolo della primavera-estate cebana è ispirato dalle girandole appese nella via Marenco. La girandola è un vecchio gioco che ci fa tornare bambini ma soprattutto è simbolo di ciclicità come le stagioni e, sfruttando gli elementi come i prodotti de “La Prima”, è mossa dalle forze della natura che sono il vento e l’acqua. Vuole essere un simbolo di pace e di speranza di cui abbiamo tanto bisogno».
Sabato “La Prima” entra nel vivo con un momento gastronomico, a cena, con specialità piemontesi tra cui la “frittata”. I negozi saranno aperti e in piazza del Comune, alle 21, si esibiranno i “Radio Juice” dal vivo. Domenica, dalle 8 alle 19, per le vie del centro si svolgerà il mercato regionale. A pranzo, in piazza Gandolfi, aprirà lo stand gastronomico e nel pomeriggio in programma un laboratorio di cucina con lo chef Paolo Pavarino. Alle 16, premiazioni dei concorsi “La Prima in vetrina” e del contest fotografico “Cevagrafando”. In tutti i ristoranti cebani durante la manifestazione sarà possibile gustare un menù a base di erbe di primavera. Fino al 31 maggio, presso il foyer del Teatro “Marenco”, si potrà ammirare “Donne in Ri-Nascita”, una mostra fotografica a cura di “Blue RoseDonna”. Infine dal 18 maggio al 5 giugno in piazza Vittorio Veneto sarà presente il Luna Park di Pentecoste, come vuole tradizione. Per informazioni 0174 704620 o 0174721623
LA PRESENTAZIONE DEL SALAME IN ARBANELLA, DE.CO.
In occasione de “La Prima” verrà presentata ufficialmente la nuova “De.co.” di Ceva: il salame cebano in arbanella. Questo prodotto è stato preparato in anteprima la scorsa settimana dagli chef Paolo Pavarino e Andrea Basso del Cfp Cebano monregalese (corso ristorazione) in un momento didattico con gli alunni che hanno appreso tutte le tecniche per la sua realizzazione.

 

LE RICETTE DI DEBORA – Lasagnette alle spugnole