Carrù, l’ex candidato sindaco Francesco Rocca si dimette da consigliere comunale

Nessuno strappo improvviso, il piano è già stato condiviso e prevede una turnazione fra vari componenti della lista: «Lascio spazio ad altri»

Francesco Rocca durante l'ultima seduta consiliare via streaming

«Sperando di fare cosa utile e gradita rassegno le mie dimissioni da consigliere comunale». Così Francesco Rocca, capogruppo della minoranza in Consiglio comunale a Carrù e candidato sindaco all’ultima tornata con la lista “Civicarrù”, ha dato l’annuncio a margine dell’ultima riunione consiliare, svoltasi nella serata di venerdì. Nessuno strappo improvviso o crisi, il piano è stato condiviso e prevede una turnazione fra vari componenti della lista.

«La mia candidatura a sindaco – spiega Rocca – dopo aver rifiutato più volte in passato, è maturata e ha trovato consenso, entusiasmo e solide radici grazie a due motivazioni. In primis, un programma ambizioso, concreto e innovativo per il quale valeva la pena fare un sacrificio e impegnarsi seriamente per il paese. E, come secondo punto, una lista composta da persone con solida esperienza e grande capacità assieme a molti giovani alla prima esperienza amministrativa, con tanto entusiasmo. Il mio impegno era in particolare rivolto anche a questi, che non avrei voluto deludere».

«Purtroppo il vento non è stato a nostro favore ma, intendo comunque ringraziare le oltre mille persone che ci hanno votato: la lista Civicarrù porterà avanti, nell’ambito di competenza, il suo ruolo con impegno e serietà. Preso atto che il primo punto non è più realizzabile e visto che sul secondo sussistono ancora gli elementi per concretizzare parte delle mie volontà e del mio impegno dando la possibilità agli esclusi che lo desiderano, ma soprattutto ai giovani, di farsi (a turno) una breve esperienza amministrativa, rassegno quindi le mie dimissioni. Auguro a tutti buon lavoro, per gratificazione personale e per il bene di Carrù».

«Ringrazio il consigliere Rocca per questo percorso insieme e ricambio gli auguri. L'auspicio è condiviso, per puntare sempre al meglio per il paese», è il saluto del sindaco Nicola Schellino. La lettera di dimissioni verrà depositata in Municipio lunedì. Il primo degli esclusi, scorrendo l’ordine di preferenze raccolte, è Adriano “Jano” Cardone, già assessore comunale dal 2005 al 2010 e consigliere dal 2010 al 2015, poi c'è la 21enne Michela Allione Cardone, Massimo Veglia e a seguire tutti gli altri candidati consiglieri. Escludendo il posto vacante del dimissionario Rocca, gli altri tre seggi riservati alla minoranza sono occupati dai consiglieri Maria Paola Marabotto, Francesco Filippi e Maggiorina Arnaldi.