Chiede di abbassare la musica e viene pestato: condannato l’aggressore

I fatti risalgono all’estate del 2020. Protagonista un pluripregiudicato 48enne, sanzionato anche per il disturbo della quiete

Aveva chiesto al proprietario di un’auto di abbassare il volume dell’autoradio, che risuonava in una strada di Pianfei intorno alla mezzanotte. Per tutta risposta, un 37enne residente in un appartamento della zona si era visto preso a schiaffi e buttato a terra. La vittima ha raccontato al giudice del Tribunale di Cuneo l’episodio risalente al luglio di due anni fa. Per questa aggressione è finito a processo F.F., pluripregiudicato 48enne di origini romane, già condannato per molteplici episodi analoghi e al momento detenuto. Quella sera la persona offesa era in casa, con sua moglie in stato di gravidanza. Dopo circa un quarto d’ora di musica a tutto volume, proveniente da una Punto grigia in sosta con gli sportelli aperti, il 37enne si era affacciato al balcone chiedendo di rispettare la quiete del posto. Poiché non aveva ottenuto risposte, era sceso in strada in pigiama per rinnovare la sua richiesta. «Ho visto un uomo in piedi. A fianco dell’auto una ragazza stava ballando».

Proprio a lei il residente si era rivolto, senza successo. Mentre la discussione proseguiva, ha aggiunto, l’uomo che si trovava insieme alla ragazza si era avvicinato e l’aveva preso a schiaffi in piena faccia: «Sono finito a terra e ho sentito lei dirgli di andare via, quando mi sono rialzato li ho visti partire e avviarsi verso Cuneo». A insistere perché si recasse in ospedale era stata la moglie, avendolo visto tornare sporco di sangue e con un dolore persistente all’orecchio.

All’identificazione di F.F. come presunto autore dei reati contestati, lesioni personali e disturbo della quiete, si è giunti in breve tempo. È emerso che il pregiudicato era appena uscito da un bar poco distante, il cui proprietario si era subito recato a soccorrere la vittima dell’aggressione dopo aver udito alcune urla.  All’esito dell’istruttoria il pubblico ministero Gianluigi Datta ha chiesto la condanna dell’imputato a otto mesi di reclusione. L’avvocato Alessandro Ferrero, rappresentante della difesa, non ne ha negato le responsabilità ma ha chiesto al giudice di tenere conto della situazione di «disagio conclamato» in cui il 48enne versa da tempo: «Andrebbe curato, anziché condannato». La sentenza del giudice Elisabetta Menardi ha fissato una pena di un anno di reclusione per le lesioni e un ulteriore mese di arresto per il disturbo della quiete.

Scopri anche

Furti e truffe ad anziani, arrestata banda di “professionisti”. Hanno colpito anche nel monregalese

Erano veri professionisti dei furti in casa di anziani. Agivano in pochi minuti: uno si accertava che la casa fosse vuota, un altro faceva da palo e quindi il primo entrava e faceva "pulizia"....

A Linea Verde su Rai 1 cartoline del monregalese, da Vico a Carrù

CLICCA QUI PER VEDERE LA PUNTATA Nella puntata di oggi, domenica 29 gennaio, Linea Verde ha dedicato una serie di segmenti alle eccellenze e alle peculiarità del monregalese: dopo l'anteprima dedicata alla Fiera del Bue...

Mondovì: tutto esaurito per i “tour della memoria” al Ghetto ebraico, oggi la Sinagoga

Ha avuto un'enorme successo l'iniziativa, coordinata dalla Città di Mondovì con l'associazione Gli Spigolatori ed Esedra, dei "tour della memoria", di organizzare visite guidate a tema “Mondovì Città della Memoria” con visita guidata alle...

L’aereo che attraversa la luna: l’incredibile scatto da Carrù

«È tutta una questione di una frazione di secondo. Quando ci riesco, mi emoziono. Un po’ come un pescatore che, dopo ore e ore di attesa, riesce a tirare fuori un bel pesce». Il...

Paola Farinetti a Mondovì per presentare il libro “Tuffi di superficie”

Sabato 28 gennaio, alle 18 nella sala comunale delle Conferenze in corso Statuto, verrà presentato il libro di Paola Farinetti “Tuffi di superficie” (Gallucci editore). Sarà presente l’autrice che dialogherà con la giornalista Arianna...

Mondovì, lite tra pensionati nel parcheggio del supermercato: intervengono i Carabinieri

Ha colpito il contendente con una catena per chiudere la bicicletta, durante la lite scoppiata nel parcheggio del supermercato in via Cuneo a Mondovì, nei giorni scorsi. A seguire, dopo una segnalazione, è subito...