LO SPORT

Crollo Virtus, il Ceva è quasi salvo

Bruttissimo pomeriggio per la Virtus che rimedia una cocente delusione con la Pedona. I padroni di casa passano subito in vantaggio grazie ad un’autorete, subiscono il ritorno degli ospiti, sbagliano un rigore con Fantini e crollano nel finale. Il risultato non cancella quanto di buono fatto finora, ma nelle ultime settimane la squadra [...]

  • CRONACA
  • Intossica l’uomo a cui doveva dei soldi: condannata

  • Una questione di soldi, un prestito personale. Parte da qua, secondo la ricostruzione del pm, la vicenda che ha portato un imperiese di 69 anni, G.M., in ospedale per intossicazione da “benzodiazepine”: un tranquillante
  • EDITORIALE
  • Sazi di profezia?

  • Sui gesti e sulle parole che Papa Francesco inanella di giorno in giorno, spiazzando sempre un po’, è apparsa decisamente pungolante l’annotazione – nell’intervista su “La Stampa” – che fa mons. Nunzio Galantino, vescovo di Cassano allo Jonio e neo segretario della CEI, laddove spiega con molto franchezza: “Sarebbe un grave errore, di fronte alla testimonianza di Francesco, dire: noi già facciamo così! Gli spiriti sazi non evangelizzano. Bisogna essere disponibili al nuovo, che non significa novità sempre e comunque, ma ciò che ci riporta in maniera sempre più chiara al Vangelo”. Insomma guai ad essere sazi, anche di… profezia!
  • CRONACA
  • “Balla coi cinghiali”, ancora uno stop

  • Nulla di fatto, per il terzo anno consecutivo, per il Festival “Balla coi cinghiali”: un’iniziativa nata quasi per scommesse, diventa poi un evento di grande richiamo nel panorama musicale locale (80 mila spettatori nei quattro giorni nell’ultima edizione).
  • CULTURA
  • “La Coppa del mondo che il Brasile non vi mostra”

  • Mentre ci prepariamo per la Pasqua, il mondo ha gli occhi e l’attenzione puntati sul Brasile per la Coppa del mondo di calcio e le Olimpiadi del 2016. Il calcio è per il Brasile un fatto culturale, presente con tutta la sua forza e bellezza nell’immaginario collettivo del popolo brasiliano, che attraverso questo sport ha acquistato protagonismo e autostima. Il Brasile è il Paese del calcio! Mi e ci piace il calcio: da 36 anni sono tifoso del Flamengo, la squadra più popolare di Rio. So che questo sport ha un potere catalizzatore ed è un elemento di incontro e conoscenza tra popoli differenti e dovrebbe aiutare a superare divisioni, razzismi e violenze.
 
Credits: Zirak